Translate

sabato 30 novembre 2013

MALATI CHE AIUTANO MALATI, CON LE CURE THC/CBD. UNO, PER TUTTI.."

Ascolta il post Listen to this Page. Powered by Tingwo.co

Uno per tutti, uno tra i tanti che aspettano il riconoscimento delle cure attraverso il sistema sanitario, questo ci ha portato su tetto a gridare voglio la mia cura, sono qui ad aspettare che cosa

Il leggere che il presidente della mia regione si fa rimborsare le cene, e io qui mi trovo a affrontare ristoratori che mentre passano il buono del comune da 7,4 euro, borbottano questo è il "mangia a spese delle collettività"..

IO PIUTTOSTO DI TORNARE IN UN POSTO DEL GENERE..

Dopo che provocandoci la morte celebrale,  tra tutti per c'è qualcuno che fortunatamente non resta nell'oblio delle intenzioni, non troppo convinto se mettere mi piace, se non condividi mettendoti in gioco per primo, senza aspettare che qualcuno si muova, senza nessuna paura, con amore si prova ad agire concretamente per portare avanti la guerra.. Alla malattia e al proibizionismo. Fa bene chi è pronto ad ad auto-produrre perché può donare generoso obolo nel percorso di riconoscimento della canapa terapeutica, perché il dolore torna gestibile, con l'amore per la propria vita è possibile risollevarsi, cercandolo nei riflessi di chi ti ama, ad amare la vita ci si può dimenticare, si può essere succubi dell'apprensione porta alla follia, perché abbandonati al punto da dimenticarne anche i volti.
Rinnovare l'orizzonte della speranza, una speranza che non delude perché è fondata sulla 
CHIEDIAMO PERDONO, PER GLI ERRORI FATTI E PENSIAMO:
ci insegna a cambiare passo, ad adattarti alla situazione in continuo evolversi..

SOTTOPORSI AL GIUDIZIO, GIUDICARE E CERCARE UN CONFRONTO IN TUTTE LE COSE CI FA PERDERE LA BELLEZZA DELLO SCOPRIRE, AUTORIZZARE LA CANAPA RICREATIVA PORTERÀ VELOCEMENTE ALLE CONSEGUENTE ESCLUSIONE DELLE SOSTANZE PIÙ PERICOLOSE, LA COSCIENZA COLLETTIVA È DECISA, MAI COME ORA È IL MOMENTO DI METTERE A DISPOSIZIONE LA CONOSCENZA, CON L'ISTINTO, NON SIAMO IN GUERRA PERCHÉ VI TRAMORTISCONO CON LE PEGGIORI MEDICINE, SENZA PENSARCI UN MOMENTO... IO VOGLIO LA CANAPA..

 CONDANNA SUL PIANO MORALE, ANCHE QUELLA MEDICA; È TROPPO FACILE DA CLASSIFICARE COME UNA DROGA. NO.. LA CANAPA È UNA MEDICINA, LA PIANTA SACRA. LIBERALIZZARLA TOTALMENTE, PER IL BENE DELL'UMANITÀ, PER EVITARE SPECULARE SUI CONTROLLI, LA VIOLENZA NON SERVE AD UN CONSUMATORE DI CANAPA.. 
Peace and love & Canapa libera tutti  


http://www.shinynote.com/story/lassurda-tortura-pe-616

Se un malato divide la sua medicina con un amico malato, ammetto è la cosa più bella che per il momento che ci stia capitando, ma sappiate che questa è per darci la spinta, regalerete la vita un amico, uno per tutti e tutti per uno... Grazie, ciao.. in tutte le lingue del mondo Tutto cambia, basta voltarsi per vedere, sorriso amico che prepotente si impone pretendendo di aiutare un percorso di riconoscimento della canapa medica, mentre mi fanno aspettare mesi, si inventano mirabolanti procedure che rendono la fruizione un farmaco importanssimo per moltissime patologie, e non bisonga essere malati per volerla usare, molte volte ho discusso sulla questione che ci vede metterci adisposzione per effettuare studi limite, ora che si deve fare,

GENTE TUTTA, CHIEDETE AL VOSTRO MEDICO IL BEDROCAN. C'È VE LO DARANNO SOLO QUELLI CONVINTI POSSA GIOVARE ALLA VOSTRA SALUTE... 

INVITA A FIRMARE I TUOI AMICI
LA PETIZIONE  http://www.change.org/it/petizioni/la-cannabis-come-medicina-dobbiamo-fare-pi%C3%B9-pressione-smuovere-l-opinione-pubblica-e-dei-pazienti


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...