SE VUOI AIUTARE IL BLOG... Basta poco..

Translate

venerdì 21 giugno 2013

"Cannabis terapeutica" - NON POSSIAMO PIÙ TOLLERARE, CI STIAMO ARRABBIANDO.

Ascolta il post Listen to this Page. Powered by Tingwo.co

Qualche mattina fa, dopo che ho telefonato  alla direttrice della farmacia della ASL mi ha scritto un'altra email senza senso, lo dico perché sono convinto e credo che stiano aspettando che la ditta olandese che produce il Bedrocan, spedisca la cura, se non contattando la ASL stessa un corriere internazionale per i medicinali..

 ATTENZIONE ABBIAMO BISOGNO DI AIUTO PERCHÉ LA SITUAZIONE NON È PIÙ SOSTENIBILE PERCHÉ LEI PENSA, LA DIRETTRICE DELLA FARMACIA DELLA ASL DOTT.SSA MANZINI SOSTIENE CHE: "PENSA CHE L'ARRIVO SIA COMUNQUE IMMINENTE.... ED IO SPERO NEL CONTEMPO DI NON RIMANERCI FULMINATO PER QUEL POCO CHE NE SO SU DI LEI, NON C'È NESSUNA PREPARAZIONE DA PARTE DEI MEDICI PREPOSTI AI DIRETTORI DEL SERVIZIO SANITARIO..

 Sono preoccupato proprio per davvero,  la tortura e definita tale quando per troppo tempo si protrae l'attesa  ed ora sono due mesi io l'attendo; 8 lunghe settimane mi sto davvero arrabbiando.. Siamo nella nona e c'è qualcuno che ci è già passato che mi dice che: FUNZIONA COSI ??

NON TOLLERIAMO PERCHÉ SOFFRIAMO, CI STIAMO ARRABBIANDO  ! Al punto da desiderare piuttosto la morte.. Anche perché la direttrice della farmacia del Ministero della Salute Dott.ssa Apuzzo mi aveva avvisato che regole di acquisto internazionale stavano cambiando proprio per non lasciare i pazienti senza cure durante le fasi di acquisto è abominevole che ad oggi non ci sia stata consegnata la cura THC/CBD di Bedrocan/Bediol sapendo che noi non ho più la forza di gridare, chiediamo aiuto...                                 ALBUM FOTO DOCUMENTAZIONE .. 

URGENTEMENTE QUALCUNO CI SPIEGHI COSA DOBBIAMO FARE,SIAMO SULL'ORLO

OBBLIGATORIO RIBELLARCI, al sopruso e alla tortura.  

RIPORTO LA DISCUSSIONE MOLTO INTERESSATE DAL GRUPPO IN QUESTO POST 

  • Enrico Bottaccio Si dobbiamo proprio far sentire il grido di disperazione nel quale ci stanno obbligando...

  • Giancarlo Mancini
     
    illegalmente COSTA UN TERZO. Io, al posto delle Istituzioni, ci penserei 3 volte, prima di dire che, illegalmente, SI ALIMENTA LA CRIMINALITA' ORGANIZZATA. Perchè la paghi un terzo e la hai SUBITO. Quindi, se quella è CRIMINALITA' ORGANIZZATA, LO STATO COSA E' ??? ??? ??? Sembra stiano finalmente aprendo e che, INSIEME AL RESTO DEL MONDO, si stiano rendendo conto di quale risorsa era la canapa, industriale, farmaceutica, tessile, ENERGETICA, prima che 4 POTENTI la demonizzassero. E se ci facciamo fregare in questo, visto che eravamo secondi solo alla russia, perchè siamo un mozzico di terra, rispetto a loro, MA ABBIAMO IL SOLE GIUSTO, sarà l'ulteriore dimostrazione di quanto SI FACCIA POLITICA PER ALIMENTARE SOLO POTENTATI E MAFIE !!! E poi ci debbono spiegare come mai si paga , nella maggior parte dei casi, quando altre cure ASSASSINE sono completamente in SSN ??? Speriamo solo che adesso facciano POLITICA, invece di prendere per il culo l'intera nazione. Perchè questo è solo un piccolissimo argomento del quale la gente DOCUMENTATA è arcistufa !!!

  • Enrico Bottaccio ci stanno stremando.. ne abbiamo il diritto ma manca la coscienza per attuare un decreto ed una legge che inserisce la cannabis tra le medicine prescrivibil

    Gazzetta Ufficiale
    www.gazzettaufficiale.it

    Giancarlo Mancin
    i 
    Con noi malati, forse, pensano di poterne approfittare, perchè non abbiamo le forze per ribellarci. MA spiegheremo al mondo intero a cosa siamo sottoposti e ci perdonino se quando l'Italia sarà in rivolta, FAREMO IL TIFO PER I REESISTENTI. E questi fingono di non acccorgersi che i moti rivoluzionari debbono solo attraversare un fazzoletto di mare. Adesso aumentano ancora l'IVA, cosi i consumi scendono ancora di più, aumenta tutto di almeno il 4 o 5 % e la gente morirà ancora di più di fame. E si giustificano dicendo che non ci sono risorse per scongiurare l'aumento. fingono di non essersi accorti che , con quello scorso, dal 20 a l 21, è aumentata l'imposta ma calato fortemente il gettito, quindi, alla fine, INCASSANO DI MENO E FACENDOCI FARE PIU' FAME. Siamo un popolo di pecoroni, ma MAI PORTARE UN POPOLO ALLA FAME. iNGIUSTIZIE SOCIALI E FAME HANNO SEMPRE AVUTO UN UNICO RISVOLTO STORICO: LA RIVOLUZIONE !!! A me, che la temo,, in particolare per le mie condizioni, viene tutto chiaro come un film. A loro no ??? ma vi chiedete perchè ??? Ma fosse che è quello che vanno cercando, cosi il problema della disoccupazione lo fanno risolvere alla polizia e all'esercito... Questa non è incapacità . O c'è dolo, o è assoluta IGNORANZA !!!
  • Barbato Cristian Vorrei tanto che i Personaggi che hanno a che fare con la crisi che noi pazienti vogliamo cure migliori più economiche ( 1 seme 15 euro produce 500 g di farmaco costo vivo Farnaco 0,03 cent al grammo ), aggiungendo 3 posti di lavoro e personale qualificato , quindi 0.03 cent + 7000di personale e materiale il Farmaco ovviamente con l'apporto professionale di 3 persone verrà sempre prodotto in quantità medie o grandi quantità così da insidere fortemente sul costo dello stesso sul costo finale del farmaco: se due persone supervisionate portano a terrmine 60 piante si avranno circa 28500 kg diviso per il costo e tempo necessario si avrà(sempre circa) 1)30.000 euro unvestiti in lavoro salute natura medicina scienza; 2)25800 kg di farmaco prodotto al costo di 1.50 euro al grammo. Con un costo minimo di 10/8 euro a confezione da 5 grammi per paziente. 3) si rinnoverebbe un'intera filiera di prodottio a base di canapa utili a molti scopi come sapete 4) L'conomia risentirebbe di questo tipo di investimento in maniera evidente 5) le spese alla lotta al proibizionismo vebbero notevolmente ridotte 6) molti condannati o in attesa di giudizio conoscerebbero la libertà 7) le mafie avrebbero un duro colpo  le famiglie colpite dalla legge incostituzionale fini-govanardi (legge distruggi famiglie)conoscerammo giustizia.9) i malati che vorranno ricorre all cannabis terapeutica saranno lioberi di farlo, magari non prendendo neanche più tanti psicofarmaci, talvolta pericolosi con tragici epiloghi 10) Vi sembra poi così strano che IMPEGNARSI PER CUSTOIDIRE IL CREATO PER IL BENE DELL'UOMO SIA TANTO RIPROVEVOLE? LlIBERALIZIAMO LA CANAPA !!!  AIUTIAMO TANTI PAZIENTI E L'ITALIA!!! 
  • Enrico Bottaccio Sono idrofobo, facemerd non serve ad un cazzo d'altro che a cercare di confondere gli stessi pazienti, lasciandoci nell'oblio..
  • Enrico Bottaccio Cristian hai perfettamente ragione, quindi che si deve fare se diffondere i dati che citi..

  • Barbato Cristian a parer mio liberalizzare la coltivazione a pazienti cui è stato prescritto il farmaco rederebbe accessibilissimo a tutti i pazienti coltivare produrre 3-4 piantine e denunciarne il possesso per fini terapeutici il fabbisogno medico /annuo per paziente può essere di 1kg l'anno a seconda del paziene. le 3-4 piante assicurerebbero la terapia anche durante la crescita... non pensando poi all'impatto positivo che ogni paziente avrebbe nella cura e veder crescere il proprio farmaco , che poi mangerà probabilmente... ovviamente ci sono molti casi in cui non può essere effettuata per motivi oggettivi al paziente la coltivazione ... quindi i centri di ricerca (Rovigo) ed altri insieme alle organizzazione serie (La piantiamo) potrebbero occuparsi della distribuzione ai pazienti dietro prescrizione medica per patologia grave con il ssn e con lieve patologia a costi accessibili in parte mutuabili magari, (come avviene per le goccie per dormire che pago 10 euro da 9 anni...)... i costi che citato sono date dalla conoscenza mia e personale delle spese possono sicuramente esserci delle veriazioni.. ma non di molto ..... ognuno di noi può farsi due conti in testa e capire quali costi avrebbe a coltivarsi il suo farmaco... a casa con il sole....la terra l'acqua e due fertilizzanti...... quello che scrivo penso lo sappiano tutti come tutti sanno che il farmaco Bedrocan (che viene dall'olanda) costa 48 euro a confezione ed il nostro stato solo a volte ed in alcune regioni lo passa(sai quante assurdità caro enrico) quindi 10 euro al grammo... le altre filiere che già ci sono per la canapa potrebbero più specializzarsi ed in tutta italia creando lavoro produzione esportazione...nella produzione tessile ed un all'alimentare poi con il tempo si vedrà come sfruttare i carburanti...... noi pazienti vogliamo star meglio vivere con dignità la nostra patologia ... senza disturbare nessuno , anzi aprendo gli occhi a molti che ancora non capiscono che uno dei motori di crescita nella crisi sarà alimentato a canapa ed aiuterà pazienti l'italia e la natura Liberi di Curarci dalle Case farmaceuitiche e dalle lo mafie.

  • Barbato Cristian sarebbe ,per farla molto breve: come ci sono per i Funghi o per la Pesca; istituire dei "patentini PEL LA coltivazione DI CANABIS MEDICA" dei corsi dove far formare pazienti e parenti dei pazienti e tutti su corretto processo di crescita e fioritura della cannabis sia utile e necessario per chi vorrà autocoltivarla, tutto alla luce del Sole ed ogni piantina denunciata per l'uso che se ne fa , fatta eccezione della vendita ovviamente..... spero di non aver detto una mare di cavolate ma la questione la vedo così ...quando cambierà cambieranno davvero questa politica feudale... sarà difficile e lungo..... restare uniti sempre sarà la nostra forza..ognuno come può! 
  • Enrico Bottaccio STANCO STANCO STANCO
    credo che me ne andrò in montagna a farmi la mia cura non appena mi arriverà, io voglia di vivere ne ho in abbondanza, non mi serve ad un cavolo la disperazione nel quale mi/ci stanno lasciando vivere dobbiamo farlo per i pazienti che non possono reagire alle terapie convenzionali, parlarne tra noi solo per il gusto di farlo, noi lo sappiamo bene che la cannabis terapeutica non fa male..



Questo blog è un prodotto amatoriale al quale non può essere applicato l'art. 5 della legge 8 Febbraio 1948 n. 47, poiché l'aggiornamento delle notizie in esso contenute non ha periodicità regolare (art. 1 comma 3, legge 7 Marzo 2001 n. 62). Questo blog non rappresenta una testata giornalistica e i post editi hanno lo scopo di stimolare la discussione e l’approfondimento sulla cannabis terapeutica, la critica e la libertà di espressione del pensiero, nei modi e nei termini consentiti dalla legislazione vigente...

This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione.Licenza Creative Commons