Translate

giovedì 31 gennaio 2013

Risposta dal Ministero della Salute alla mia inviata ieri alla direttrice dalla farmacia

Ascolta il post Listen to this Page. Powered by Tingwo.co
Alla cortese attenzione della dott.ssa Apuzzo, Ministero Della Salute. 
Gentile Signor Bottaccio,
dalla documentazione che mi ha inviato posso desumere che la ASL abbia operato, nell’ambito delle sue competenze, in maniera corretta.
Il rimborso dei medicinali in questione, in assenza di una legge regionale che lo consenta, è soggetto alla valutazione della Commissione farmaceutica interna. Nel caso in cui la Commissione dia parere negativo al rimborso, il costo del medicinale è a totale carico del paziente.
Invece, nel caso in cui un medico ospedaliero, specialista in neurologia, prescriva tali medicinali in ambito ospedaliero, il medicinale dovrebbe essere erogato direttamente, senza costi per il paziente, ma questo dipende dalla Azienda ospedaliera. .
Valuti tale ulteriore possibilità per ottenere la dispensazione del medicinale.
Per parte nostra, a seguito di richiesta da parte della ASL, siamo disponibili a rinnovare il permesso.
Cordiali saluti, Germana Apuzzo
Dipartimento della programmazione e dell'ordinamento del Servizio sanitario nazionale
Direzione Generale dei dispositivi medici, del servizio farmaceutico e della sicurezza delle cure
Ufficio VIII

Dott.ssa Germana Apuzzo PhD
Farmacista
Direttore Ufficio Centrale Stupefacenti

Alla mia lettera 

Il giorno 30 gennaio 2013

Salve Dott.ssa Apuzzo,
mi presento, sono Enrico Bottaccio;
mi permetto di scriverle perché purtroppo, nonostante la sua presa di coscienza verso la mia problematica e nonostante le sue autorizzazioni, ad oggi non sono riuscito a far sì che i suoi permessi mi portino verso la cura da me richiesta e che lei ha autorizzato il 29/08/2012 con n° autorizzazione b178 e protocollo DGDFSC/I.5.i.g/2012/4 con validità di sei mesi.
Ormai mancano pochi giorni allo scadere dei permessi per importare i farmaci e dopo mesi di attesa e vicissitudini varie , sono arrivato alla conclusione che sarà alquanto difficile sfruttare la sua autorizzazione.
perciò le scrivo:
1° per chiederle un rinnovo di succitata autorizzazione o una proroga al suo utilizzo.
2° per chiederle delucidazioni in merito alle problematiche da me riscontrate al fine di reperire il farmaco:
-le ricordo che sono un disabile con il 100% di disabilità;
quindi dovrei non pagare le medicine che assumo;
invece la "ASL Novara Servizio Farmaceutico Territoriale Via Dei Mille , 2 - 28100 Novara" a cui lei ha indirizzato le autorizzazioni,
mi chiede l'importo totale della cura , pari a 600 Euro.
Questo è uno dei principali motivi che mi ha impedito di ricevere il farmaco, dato che la mia pensione non mi consente di poter reggere una spesa simile.
Dopo aver cercato di intraprendere vari percorsi che mi aiutassero a reperire la somma richiesta,
Martedi 29/1/2013 ho deciso di rivolgermi all'Assessore per le politice sociali del mio comune Novara Dott.Ferrari.
Purtroppo non ho ricevuto nessun riscontro positivo.
Se lei vuol'essere cosi gentile da intervenire prima che io debba manifestare il mio sdegno pubblicamente per la paradossale situazione in cui mi ritrovo, gliene sarei eternamente grato.
Spero che lei capisca che date le mie condizioni, intraprendere un percorso di protesta, sarebbe per me molto umiliante.
In allegato le invio le tre lettere a me inviate dalla Farmacia della ASL 13, oltre che la scansione del suo documento.
La ringrazio anticipatamente, certo che potrà rispondere alle mie domande e fugare ogni mio dubbio;
sono altresì sicuro che lei mi aiuterà a lenire le mie sofferenze.
in attesa di un suo celere riscontro,
porgo cordiali saluti.



Enrico Bottaccio



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...