Translate

venerdì 10 giugno 2011

L’integerrimo Governatore

Ascolta il post Listen to this Page. Powered by Tingwo.co

Tutto era sempre filato liscio e tranquillo nella piccola nazione…fino a quando venne eletto a governare, l’integerrimo Governatore… Jo Van Hardy.

Ultraproibizionista e acerrimo nemico di tutto ciò che possa dare un po’ di ebbro, o una minima euforia…figuriamoci le droghe!
Aveva già eliminato l’alcol, il caffè, il tabacco, la ganja, le piante grasse, la coca, funghi & funghetti, l’oppio in tutte le sue forme, ansiolitici e psicofarmaci in genere, le anfetamine di tutte le specie, la segale, la salvia, la noce moscata, i chiodi di garofano, il tè…e per star tranquilli pure la camomilla.
Non esisteva in giro un anestetico…né naturale né di sintesi…
Un giorno il neoeletto Governatore, se ne andava tranquillo a spasso per le vie del paese, sicuro che il suo passeggiare non potesse essere disturbato dalla visione di uno sporco drogato, quando ad un tratto, la sua attenzione fu catturata da uno strano personaggio, che, di tanto in tanto, respirava dentro un sacchetto di plastica. Il tizio aveva l’espressione inebetita tipica del drogato di merda.
Il Governatore s’irrigidì, prese un fischietto dalla tasca e cominciò a soffiarci dentro come un forsennato. Nel giro di pochi secondi, 5 omini in divisa blu, si presentarono sugli attenti.
“Portatemi immediatamente la busta di plastica che quel tizio ha in mano!…e logicamente portatemi anche il tizio!”
Gli omini blu si mossero velocissimi…e in pochi attimi Jo Van Hardy si ritrovò il sacchetto (in mano) e il tizio (in ginocchio)
- Sniff sniff…ma cosa c’è qui dentro?…a me sembra colla!”
Il tizio se ne stava lì in ginocchio imbambolato…
- “Rispondi bestia immonda…cosa c’è in questo sacchetto?”
“Colla” rispose il tizio
- “E che ci fai?”
- “L’aspiro”
Il Governatore si girò verso uno dei 5 omini… “Capitano venga qui!”
Uno dei 5 uomini blu si mosse
“Faccia 3, 4 belle aspirate da questo sacchetto!”
- “Ehm…ma veramente…”
- E’ un ordine…lo faccia!”
L’omino vestito di blu, immerse completamente la faccia nel sacchetto di plastica e fece tre belle e profonde aspirate
- “E allora?…Come si sente?…che le ha fatto?”
L’omino vestito di blu, cominciò prima a colorarsi di blu anche in viso, poi farfugliò qualcosa tipo…”Azz è colla…” o forse “Cazz…barcollo…” nessuno riuscì a capire mai…e svenne.
Da quel giorno vennero eliminati dall’intera piccola nazione tutti i tipi di colle, mastici, solventi, vernici…e tutti quei prodotti chimici droganti che si trovano comunemente nelle ferramenta.
Qualche mese dopo, l’integerrimo Governatore, si beccò un tremendo raffreddore. Tossiva, stranutiva, tirava sul col naso ed imprecava.
- “Segretario!”
Un omino in divisa a metà fra un vassallo di corte e un militare, entrò in stanza “Dica Signore”
- Vammi a comprare qualcosa per questo tremendo raffreddore, prendi uno di quegli spray nasali…ah e prendi anche uno sciroppo per la tosse”
Dopo quasi tre ore, il segretario tornò a mani vuote
- “Ma dove cazzo sei stato? La farmacia è proprio qui all’angolo!”
- “Mi dispiace Signore, alla farmacia qui all’angolo avevano terminato sia lo spray, che lo sciroppo…e anche in quella che sta alla fine del viale…a dire il vero Signore…in tutto il paese non c’è uno spray per il naso e uno sciroppo per la tosse…i nostri concittadini devono essere tutti raffreddati…”
L’integerrimo Governatore assunse la tipica posizione che assumeva ogni qual volta un brutto sospetto gli passava per la mente…la posizione del giaguaro…ad un tratto esclamò:
- Fammi avere immediatamente gli ingredienti di questi 2 farmaci…e portami qui anche il Professor El Serpe!”
Il segretario tornò col professore e i 2 bugiardini
- “Professore, fra gli ingredienti di questi due farmaci, c’è una droga?”
- “Ehm…droga in che senso?”…rispose El Serpe
- “Dico…cioè se mi sniffo una bomboletta intera e casomai me l’accompagno con due bei cucchiai di sciroppo per la tosse…che mi fa?”
Il professore continuava a scrutare la lista degli ingredienti
- “Professore…e allora?
- “Ehm, non saprei…ma credo proprio che in grosse quantità possa dare uno stato di euforia mista a torpore…”
- “Mi passi immediatamente carta e penna ! Adesso faccio un decreto…che entro domani mattina chi venderà un solo spray per il naso, o uno bottiglietta di sciroppo per la tosse, gli do dai 6 ai 20 anni di prigione!”
Non fu venduto più un solo spray…una sola bottiglietta…e altri medicamenti simili.
Passarono circa 6 mesi, quando l’integerrimo Governatore riassunse la posizione del giaguaro. A metterlo in allarme, furono due giovani, che, vedendolo passare, nascosero, col fare sospetto, un qualcosa nello zaino di uno dei due.
Il fischio dell’integerrimo Governatore lo sentirono lontano un paio di chilometri…
Nel giro di pochi secondi, 5 omini in divisa blu, si presentarono sugli attenti.
- “Portatemi immediatamente gli zainetti di quei due ragazzi!…e anche i ragazzi ovviamente”
Gli omini blu si mossero velocissimi…e in pochi attimi Jo Van Hardy si ritrovò il contenuto degli zainetti (sparsi per terra) e i due ragazzi (anche loro sparsi per terra)
Gli zaini contenevano libri, penne e tutte quelle cianfrusaglie che puoi trovare nello zainetto di un ragazzo…ma entrambe contenevano un oggetto particolare; una bomboletta di gas…quella che si usa comunemente per ricaricare gli accendini.
- “Che ci fate con queste?”
- “Ci carichiamo l’accendino” rispose uno dei due
“A parte il fatto che non capisco a cosa possa servirvi un accendino visto che ho eliminato le sigarette, la marijuana e tutte le schifezze fumabili e immaginabili…ma qui non vedo accendini…non mentite!”
I ragazzi furono ancora di più spalmati sul pavimento
-“E allora che ci fate?”
- “Lo aspiriamo…” rispose uno dei due con un filo di voce
“Cazzo pure questo?…Capitano venga qui!”
-“Dia 3, 4 tirate da questa bomboletta e mi faccia sapere cosa le fa!”
-“Ehm…come 3, 4 tirate?…non saprei nemmeno come fare…
-“S’ingegni!”
L’omino vestito di blu, avvicinò il viso alla manica della camicia e ci spruzzò su una quantità enorme di gas…e contestualmente tirò sul col naso…come quella volta quando andò a fare campeggio in montagna e si svegliò all’alba immerso nell’aria fresca e frizzante del mattino…
-“ E allora Capitano…come si sente? Che le ha fatto?”
L’omino vestito di blu rimase immobile con lo sguardo perso nel vuoto proprio come quella volta quando andò a fare campeggio in montagna e si svegliò all’alba immerso nell’aria fresca e frizzante del mattino…
-“Su su non mi faccia perdere tempo!…mi dica è droga?”
L’omino vestito di blu rimase immobile con lo sguardo perso nel vuoto proprio come quella volta quando andò a fare campeggio in montagna e si svegliò all’alba immerso nell’aria fresca e frizzante del mattino…ed è rimasto per sempre così…
Non solo il butano, ma anche l’elio…e altri 39 gas e simili, naturali, o creati in laboratorio, scomparvero dalla circolazione.
In meno di 3 anni, nella piccola nazione, si era tornati all’età della pietra. Le case venivano costruite col fango…e si cucinava col carbone. Tranne qualche spinosa e poche velenose, tutte le piante erano state bandite…anche quelle ornamentali…non potete immaginare le insidie che può nascondere un insospettabile pistillo, o una radice essiccata e tritata.
La gente era triste, si ammalava e le aspettative di vita si erano drasticamente abbassate…però in tutta la piccola nazione, non c’era in giro un drogato di merda manco a pagarlo oro.
Morale1
Se la gente si vuol fare a tutti i costi…si farà…e in questa situazione si farà anche male…a prescindere dal Governatore e da tutti gli omini blu del mondo…
Morale2
Se solo l’integerrimo Governatore riuscisse a capire che non serve vietare qualsiasi cosa che possa potenzialmente diventare una “droga” e bastonare a destra e a manca per evitare che qualcuno si faccia davvero male…ma serve una corretta ed onesta informazione sulle sostanze e sui rischi, ma soprattutto serve un minimo di fiducia nel buon senso del prossimo…. si eviterebbero confusione malintesi e forzature, si eviterebbero inutili e strazianti sofferenze che solo il proibizionismo, nella sua veste più cieca e punitiva, è in grado di elargire, sia direttamente, che indirettamente…e casomai eviteremmo anche di tornare all’età della pietra.
Ivan il terribile – Ascia
Legalizziamolacanapa.org Team
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...