Translate

lunedì 6 giugno 2011

Cosa devo fare per attivarmi?

Ascolta il post Listen to this Page. Powered by Tingwo.co
Picture


Prima di iniziare il vostro attacco, dovete procurarvi dei semi di canapa e farli germinare. Il seme contiene "l'embrione" da cui si svilupperà la pianta, che rimane inattivo fin quando non viene in contatto con elementi nutritivi alla giusta temperatura nel giusto ambiente e con acqua. Se siete dei fumatori di marijuana per voi non sarà un problema recuperare i semi, magari avete degli amici ai quali piace coltivare in casa (indoor) o all'aperto e saranno ben lieti di contribuire alla causa donandovene un pò. Se hanno delle piante maschio probabilmente non se ne faranno nulla e finiranno a marcire da qualche parte...approfittatene e fatevele regalare! In questo modo risparmierete del tempo evitando la fase iniziale della crescita della pianta.
Quello che importa non è riempire le strade con i fiori (provenienti dalle piante femmina), facendo così un operazioneillegale, ma usare le piante più adatte appunto i maschi che non producono le infiorescenze che ,una volta seccate, diventano una sostanza stupefacente.  Proprio per questo motivo consiglio di recuperare i semi di canapa usati come mangime per gli uccelli. Con questi semi nasceranno delle piante che contengono una percentuale bassissima di THC (il principio attivo della cannabis) e saranno perfette se volete ricavarci la fibra, l'olio, ecc. Infine un altro modo per avere dei semi di canapa da piantare sono i numerosi smartshop o growshop che stanno spuntando in tutte le città italiane. Troverete sicuramente la qualità che più si adatta alle vostre tasche!
Potete acquistarli anche su internet e farveli recapitare a casa vostra nei siti specializzati (anche se sconsiglio quest'ultima opzione).
Ricordo che i semi di canapa non sono illegali in quanto non sono iscritti nella tabella delle droghe. 

Una volta che avete i vostri semi e questi stanno germogliando mettete il seme in un vaso ripieno di buona terra, bagnate il tutto e lasciate a dimora.
Tenete bene a mente che i semi hanno un periodo di germinabilità e che se conservati male non riusciranno a sopravvivere.
La pianta di canapa è eccezionale perchè non ha bisogno di particolari cure o trattamenti contro insetti, parassiti, ecc..
Per qualsiasi dubbio vi invito a scaricare il manuale  "La coltivazione della Canapa", che si trova a fondo pagina.


Quando la piantina avrà raggiunto un'altezza ottimale (direi almeno mezzo metro così da essere ben visibile dai passanti, ma ovviamente siete liberi di fare diversamente) allora potrà essere trapiantata nella area scelta per il vostro attacco. Solitamente il trapianto di una pianta conviene farlo di sera o comunque quando il sole sta tramontando.
Se adoperate una macchina per il trasporto delle vostre piante assicuratevi di sistemarle nel miglior modo possibile, evitando di romperle, farle ribaltare e quindi stressarle più del dovuto. Usate delle coperte per evitare di riempire la macchina di terra che eventualmente può fuoriuscire dai vasi.
E' importante, se possibile, adoperare anche dei volantini o dei brevi messaggi da collocare nelle vicinanze della pianta che avete trapiantato. Per questo motivo potete consultare il Forum, alla sezione volantini: http://guerrillahempgardening.forumfree.it/?t=55887237#entry456379265
Se siete da soli e volete organizzarvi con qualche altro utente del sito potete utilizzare il forum e cercare tra le pagine dei Gruppi Locali divisi per regione.
Potete inviare le vostre foto, con la descrizione del vostro attacco, città e tutto ciò che ritenete utile al seguente indirizzo e-mail: guerrillahempgardening@gmail.com.

PER FINIRE.

Mi sento di dire, infine, che si possono leggere centinaia di libri, ma l'esperienza diretta è la cosa più importante. È utilissimo conoscere i principi teorici, ma l'applicazione pratica porta a una conoscenza profonda, che va oltre a ogni nozionismo.
Solo con l'esperienza, con il far nascere, veder crescere, accudire con impegno ed infine raccogliere al momento giusto le nostre piante di canapa, potremo entrare in contatto con un essere vivente (un vegetale) che, come tutti gli esseri viventi, ha le sue proprie esigenze, le sue preferenze e i suoi nemici. Solo dando amore a un altro essere potremo venire ricambiati.
La canapa da sempre è stata compagna dell'uomo, e da sempre l'uomo ha avuto da questa pianta grandi benefici.
È in atto un tentativo di eliminare la canapa dal mondo. Da più di 70 anni si sta combattendo una vera e propria guerra contro questa pianta, con offensive, fronti, prigionieri e vittime.
Ci si augura che prima o poi comunque la canapa sia nuovamente legale (come si può criminalizzare un vegetale?), e possa essere nuovamente utilizzata in tutte le sue possibilità.
Vista in prospettiva la sua criminalizzazione apparirà un residuo dei tempi "oscuri" dell'inquisizione medioevale (in effetti proprio da lì è partita la condanna di tutte le "sostanze" non approvate dal "potere").
Sta a noi, con il nostro impegno quotidiano di rivalutazione di questa pianta, che "può ancora salvare il mondo" (Jack. Herer), far sì che il futuro possa essere, per tutti, più luminoso.

  
fonte: http://guerrillahempgardening.weebly.com/
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...