Translate

domenica 6 aprile 2014

Il mio banchetto informazioni BEDROCAN al Leoncavallo. (FESTA DELLA SEMINA 2014)

Ascolta il post Listen to this Page. Powered by Tingwo.co
Ero appena dopo l'entrata, con un banchetto appoggiato sulla colonna dopo la serata a spiegare per informare chiunque mi si avvicinava per chiedere cosa fossero tutti quei barattoli impilati, a quelli + attenti gli ho spiegato meglio, hai davvero interessati ho lasciato l'indirizzo del Blog ma ho passato una bella serata, mi sono anche divertito malgrado tutto mi sono voluto mettere in gioco, ho potuto un dare rodaggio alle mie parole, la mia storia esposta per dare una motivazione al banchetto a tutti i curiosi.. Il mio Twitter, prima che improvvisamente le linea del cellulare ha avuto un blocco, quando è tornata erano le tre passate.. Purtroppo non sono riusci ad incontrare Daniele F., ma per lo meno ho conosciuto Elena I. che si è prodigata per farmi entrare un ringraziamento anche alla mia sorellina Silvia mi ha accudito .

Ho spiegato che in Italia si può farne richiesta solo dopo il fallimento delle terapie convenzionali sulla sintomatologia dolorosa, non necessariamente con una disabilità riconosciuta se non aver dovuto provare tutte la merda della chimica farmacologica ..

Ho esposto il banchetto perché speravo anche di informare sulle procedure d'importazione, ma alla fine ha predominato il finire a raccontare parte della mia storia concludendo anche che non ripresenterò le prossime richieste fin tanto che non avrò le finanze per pagarle.
Avevo i moduli in bianco e quelli prestampati, il Decreto Balduzzi, stampa dell'articolo sull'Espresso dell'Ente CRA e la disponibilità dello Stabilimento Farmaceutico Militare di Firenze, il mio ultimo permesso d'importazione recante l'invito suggerimento a rifornirci presso le farmacie galeniche, le schede tecniche delle terapie Bedrocan e Bediol, il chillom e il cane Stracciatella..

Avevo bisogno di rodare la mia capacità d'espressione alle domande che mi venivano poste, alla fine ho potuto  ritenermi anche più che soddisfatto, se non fosse che ad una certa ora ho preferito chiudere e scappare via anziché cercare un appoggio più impegnato da qualcun del Leo..

Twitter immagine:

venerdì 7 marzo 2014

MANCATO RICONOSCIMENTO ECONOMICO DELLE CURE THC/CBD, (la mia vicenda, intercorsa con la ASL 13 Novara)

Ascolta il post Listen to this Page. Powered by Tingwo.co

Buon giorno, sono Enrico Bottaccio..

 La struttura sanitaria ASL 13 NOVARA che da più di 5 mesi mi risponde che devo pagare 1314.5 euro per avere le uniche cure mediche che mi aiutino, limitando la mia salute e obbligandomi a sprofondare nel dolore.
Sono disabile 100% vessato da una situazione di abuso, a causa di una questione ideologica mascherata da economica mi impediscono la fruizione di una terapie farmacologica alternativa con la cannabis terapeutica delle terapie Bedrocan e Bediol importate attraverso il Ministero della Salute.. 

Nel giorno in cui usciva la notizia del rimborso delle mutande padane di Cota,  mesi fa, sono salito sul tetto della casa popolare dove risiedo per protesta, minacciando di buttarmi di sotto http://www.ilvenerdiditribuna.it/cronaca/minaccia-buttarsi-dal-tetto-ho-bisogno-quel-farmaco/  molte promesse di intervenire solo per convincermi a scendere, la stampa locale si è occupata di questa vicenda ad oggi ancora nessuna speranza di poterle ottenere le mie terapie, perché la ASL 13 di Novara anche solo per attivare la procedura d'acquisto pretende il versamento di un acconto di 600 euro pari a circa il 50% della spesa totale per le terapie di tre mesi, fino al saldo che ammonta a 1314,5 euro. 
Io percepisco una pensione d'invalidità pari a 280 euro mensili ed il costo di queste terapie è superiore ai 400 euro mensili.. Sono titolare di un contributo al minimo vitale di 200 euro, vincolato alle spese per la gestione del mio appartamento di edilizia popolare. 
Ho parlato con tutti i medici che con il quale ho avuto a che fare, dallo specialista della mia patologia per arrivare al Direttore Sanitario, senza essere riuscito a trovare soluzione, a nulla e servito che la mia Ass.Sociale e l'Assessore alle Politiche Sociali abbiano fatto esplicita richiesta di intervenire hai vertici della ASL13 , ultimamente ho contattato anche la segreteria del Sindaco di Novara, alla fine ieri mi rispondevano che in sede di riunione della giunta comunale verrà discussa questa mia scabrosa situazione, sapendo che il 17 marzo 2014 scadranno i permessi d'importazione semestrali, sono obbligato a reagire.. 

PER HOBBY AVEVO CREATO UN BLOG DOVE ULTIMAMENTE HO CERCATO DI PUBBLICARE LE FASI DELLA MIA BATTAGLIA PER LA CANNABIS TERAPEUTICA, FIN DA QUANDO NE FECI RICHIESTA LA PRIMA VOLTA E PASSARONO 11 MESI PERCHÉ TROVASSI UN BENEFATTORE CHE LE PAGASSE.. 

ORA VORREI PRETENDERE CHE CHI È PREPOSTO A FORNIRE LE CURE MEDICHE NON MI OBBLIGASSE A TORTURA PROPONENDOMI L'ALTERNATIVA DEL THC SINTETICO (Nabilone) PER NON PASSARMI QUELLO NATURALE CHE PERÒ TROVANDOSI FUORI DAL CONTESTO SPECULATIVO CONVENZIONALE CHE SI RIPERCUOTE SULLA MIA SALUTE.. 

1-MINACCIAI DI SALIRE SU UNA GRU
2-SALII SUL TETTO DI CASA MIA PER PROTESTA 
3-SCRISSERO DIVERSI ARTICOLI, SOLO UNO APPROFONDI 
4-DIREZIONE ASL 13 / SERVIZI SOCIALI CURE NEGATE 
5-OSPEDALE MAGGIORE NOVARA, LA INUTILE PROPAGANDA DE LA STAMPA 
6-DIREZIONE SANITARIA MI PROPONE IL NABILONE (thc sintetico)







Oggi 07-03-14 a 10 giorni allo scadere dei permessi siamo sempre più arrabbiati, delusi perché la questione è da valutare nell'insieme da un esperto comportamentale, per correggere le turbe e pretendere che la mia vita abbia un decorso migliorativo, contenendo l'esuberanza di atteggiamenti maniacali causati del prolungato dolore di una terapia sbagliata e di tutte le successive molteplici inutili terapie farmacologiche convenzionali, la totale mancanza di supporto psicologico rischia di generare psicosi che hanno tentato di reprimere con degli antidepressivi;  sono al limite, ho parlato anche alla curia, un'apertura alle compassionevoli cure THC/CBD della cannabis terapeutica c'è, ma mi avevano già pagato la precedente e prima fornitura, penso che hanno il diritto di aiutare anche altre persone più bisognose di me, in fondo io quando ho la mia cura mi sento davvero una persona normale, con la maggior parte dei problemi della mia incurabile patologia risolti.. 

Il natale era passato senza avere nulla da festeggiare e malgrado il Santo Padre nel giorno del 1 Dicembre abbia espressamente pronunciato le parole: date le medicine agli ammalati perché non abbiano a cadere.. 
Nei mesi abbiamo cercato ovunque aiuto, abbiamo anche minacciato di salire su una gru e per denunciare questa situazione di abuso, e ci siamo trovati a protestare sul tetto della casa dove abitiamo, da lassù abbiamo fotografato l'amianto delle coperture degli appartamenti di edilizia popolare, mentre si ostinano a farci credere che non sia pericoloso per la salute continuano a rifiutarci le cure mediche .. 

 Sono il disabile 100% che si è arrampicato sul tetto a Novara.http://www.ansa.it/web/notizie/regioni/piemonte/2013/11/29/ha-medicina-minaccia-suicidio_9701849.html

Anche il Papa nell'angelus nel giorno della mia patologia ha pronunciato queste parole che mi hanno colpito nel profondo, il parroco del mio quartiere  mi ha detto e si è raccomandato di non dire nulla su internet, altrimenti poi avrebbe tutti i fedeli sui tetti...

MA TUTTAVIA IL FASTIDIO PROVOCATO HAI VIGILI DEL FUOCO, ALLA POLIZIA, I VIGILI URBANI.. TUTTI GENTILI E COMPRENSIVI, AD OGGI ANCORA NON POSSIAMO DIRE DI ESSERE USCITO DALLA DISPERAZIONE... 

Anche raccontare ora è fatica scusatemi, il dolore non mi da pace... 

SUL IL MIO BLOG, LE FASI DI QUESTA MIA PROTESTA 

Il 12 Dic. A TRE MESI ESATTI DALLA PRESENTAZIONE DELLE RICHIESTE, e ha solo qualche giorno dopo il permesso del Ministero della salute (in allegato) LA TERAPIA NON È STATA AVVIATA ALL'ACQUISTO dall'Olanda. Ricordo che pretendono anche che versi l'acconto del 50% della spesa totale per attivare la procedura d'acquisto... 
AD OGGI MI SONO SORBITO TUTTE LE TERAPIE CONVENZIONALI CHE MALGRADO NON ABBIANO AVUTO EFFETTO SULLA SINTOMATOLOGIA DOLOROSA INTERCORSA DOPO UNA INIEZIONE IN DERMATOLOGIA NEL FEB. 2008, HO RICEVUTO CODESTA TERAPIA NATURALE ALTERNATIVA SOLO UNA VOLTA, DOPO IL FALLIMENTO DI TUTTE LE TERAPIE CONVENZIONALI, ANNI DI PSICOFARMACI E ANTIDEPRESSIVI, ANTIDOLORIFICI E NEUROLETTICI, ULTIMAMENTE ANCHE LA MORFINA..

                                                                        


Perché non credo di essere povero di iniziativa ...      

QUALCHE GIORNO PRIMA DELLO SCADERE DEI PERMESSI D'IMPORTAZIONE DEL MINISTERO DELLA SALUTE MI HANNO ATTIVATO QUESTA RACCOLTA FONDI SU BUONA CAUSA, NON RIPRESENTERÒ LE RICETTE FIN TANTO CHE NON AVRÒ REALIZZATO LA CIFRA PER FINANZIARLE.. 

http://www.buonacausa.org/cause/diritto-di-cura-a-base-di-cannabinoidi

                                                            


VISTO CHE PURTROPPO SONO IN ATTESA DI SAPERE COME REAGIRE, MA CARO ASSESSORE

Ascolta il post Listen to this Page. Powered by Tingwo.co
Anche se mi avete più volte detto che i servizi sociali non sono direttamente responsabili, il problema in pratica si trova a ripercuotere sulla mia salute da quasi 6 mesi per la negazione delle terapie farmacologiche..

Da qualche minuto sto provando a richiamare al 0321-3703544 non trovando risposta, mi perdoni ora mi viene il sospetto che sia un'altro modo per far passare un'altro fine settimana senza darmi una risposta..

QUINDI CHIEDO SCUSA SE INSISTERÒ PERCHÉ CHIEDERVI CHE VENGA RICHIAMATO SUBITO AL TERMINE DELLA RIUNIONE DELL'ASSESSORE, NON A MEZZOGIORNO, GRAZIE

Enrico Bottaccio

La riunione l'ho finita adesso. Ho portato in giunta la sua situazione. Noi non abbiamo la possibilità di intervenire economicamente dal momento che i contributi alle persone sono stati tutti esauriti e non ho margini di manovra fino a quando non ho a disposizione il nuovo bilancio, che mi dice quello che posso spendere. Come servizio sociale noi continuiamo a garantire per lei i servizi che già sono stati avviati dall'assistente sociale. Nello stesso tempo ci facciamo parte attiva in tutte le sedi possibili perchè il sistema sanitario riconosca l'uso terapeutico della cannabis e si assuma anche il compito di sostenerne le spese.
Come lei sa, io nel mese di gennaio avevo già scritto al direttore generale dell'ASL di Novara, chiedendogli di valutare attentamente un intervento. La sua risposta già la conosce. Mi riprometto a questo punto di andare direttamente a parlare presso l'ASL, per insistere in questa direzione.

Cordiali saluti
Augusto Ferrari
Questo blog è un prodotto amatoriale al quale non può essere applicato l'art. 5 della legge 8 Febbraio 1948 n. 47, poiché l'aggiornamento delle notizie in esso contenute non ha periodicità regolare (art. 1 comma 3, legge 7 Marzo 2001 n. 62). Questo blog non rappresenta una testata giornalistica e i post editi hanno lo scopo di stimolare la discussione e l’approfondimento sulla cannabis terapeutica, la critica e la libertà di espressione del pensiero, nei modi e nei termini consentiti dalla legislazione vigente...

This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione.Licenza Creative Commons